“A modo mio”

cookies al cioccolato crudo

Ogni tanto incontro Renzo in ascensore.

Lui vede le buste della spesa e mi chiede quando smetto di cucinare.

E’ l’inquilino del terzo piano, vive con la madre ultra centenaria e vorrebbe tanto smettere di cucinare per lei e per sé, ma a quanto pare non c’è verso di farlo.

Dice che quando gli scienziati inventeranno la pillola del pranzo e quella della cena, allora smetterà non solo di cucinare ma addirittura trasformerà la cucina nella sua sala hobby.

Per me però è diverso, che la mia sala hobby è proprio la cucina, quindi di cucinare non posso proprio fare a meno.

[continua la lettura…]

15

Torta di semi di papavero di Sophie

Torta di semi di papavero di Sophie

Dopo una lunga parentesi di gioventù passata tra i libri e le pareti di una biblioteca poco affollata, coltivando in un silenzio ascetico l’idea che parole e pensieri secolari avrebbero alimentato a dovere il mio spirito forse salvandolo, forse no… ho scoperto di avere un ‘corpo’.

“Meglio di niente” – mi sono detta. E per riparare a questa enorme gaffe con me stessa, ho fatto un passo indietro, un mea culpa e una torta al cioccolato.[continua la lettura…]

16

Epica familiare: “il bello degli uomini con i baffi”

Epica familiare: "il bello degli uomini con i baffi"

I due personaggi baffuti della foto, erano i miei due bisnonni. Due tipi bizzarri se dico che  il ‘carabiniere’ era il marinaio mentre il ‘marinaio’ era  il carabiniere. Un’epica familiare racconta che incontratisi giovanissimi al servizio di leva e scoprendosi concittadini, decisero si farsi immortalare non prima di scambiare le rispettive divise e darsi la mano in segno d’amicizia. Poi, tornati a Pescara, si persero di vista, si sposarono, misero su famiglia e morirono, prima di sapere che i rispettivi nipoti, per uno strano ‘giro di vite’, si sarebbero incontrati, sposati e, di lì a poco, diventati mio padre e mia madre.

Ho ritrovato la loro foto proprio nella scatola di latta dove riporre le bucce d’arancio candite, e ho scoperto che mia nonna Irma aveva ragione sugli uomini di famiglia: mio nonno aveva i baffi, il mio bisnonno aveva i baffi… come del resto anche D’Annunzio li aveva, ma questo non è affatto un caso!

E allora, cara Margherita, un giorno, chissà come, io e mia nonna abbiamo dirottato dai soliti ragionamenti e ci siamo ritrovate a considerare “il bello degli uomini con i baffi”.

[continua la lettura…]

14

Parrozzetti per Taste Abruzzo

Parrozzetti per Taste Abruzzo

A Natale i parrozzetti sono sotto l’albero. Ma è ovvio che si può vivere di questa certezza se l’albero in questione è abruzzese, possibilmente della costa, possibilmente di Pescara. E infatti io li trovavo a Pescara, sotto l’albero del nonno Osvaldo che me ne offriva uno appena arrivavo nella sua casa.

E si che la vita festiva del parrozzetto non era la stessa del parrozzo: la versatilità del parrozzetto infatti è sempre stata nella gradevole versione mignon, più facile da offrire all’ospite imprevisto, più accattivante per la merenda dei più piccoli. E allora io, per questo fine settimana di festa e di Natale alle porte, ho pensato di offrire parrozzetti a tutti quelli che non hanno a portata di mano un ‘albero abruzzese’ sotto cui trovarli.

Lascio perciò la storia e la ricetta, sotto il ricco ‘albero’ di Natale di Taste Abruzzo per chiunque abbia voglia di trovarvi in regalo un parrozzetto da parte mia.

3

Torta al cioccolato e barbabietole rosse

Torta al cioccolato e barbabietole rosse

Eccomi qua, dalle carote nei muffin alle barbabietole nella torta al cioccolato. Quando ho visto questa torta da Martina sono impazzita per più di un motivo: il cioccolato, ad esempio. Questo ingrediente che non amo particolarmente nella sua assolutezza, mi provoca irresistibilmente ogni volta che si presenta in accostamenti ‘insoliti’ o addirittura ‘audaci’. Ora, in effetti, non so bene quanto sia audace immaginare barbabietole e cioccolato insieme nella stessa torta, ma il fatto che io ami perdutamente le barbabietole ha incoraggiato la mia immaginazione a fantasticare con un certo trasporto su questo nuovo abbinamento, fino a non resistere. Già che io in genere non resisto mai, piuttosto abdigo… soprattutto quando cedere è dolce. E questo è il caso! Così le barbabietole scoperte e amate perdutamente nella mia estate ellenica insieme alla skordalià, sono entrate prepotentemente nel mio inverno in un’originale versione di torta al cioccolato. Questa, appunto!
15

Torta di zucchine, cacao e pistacchi

Ci sono ‘matrimoni’ ben riusciti e assicurati con burro, uova, latte e cacao amaro. In genere è così. Esistono, però, amori forti e coinvolgenti anche quando sembrano mancare i presupposti, come ad esempio succede a cacao e zucchine di vivere ‘felici e contenti’, come nelle fiabe, anche nelle torte. Certo, purché qualcuno lo sappia, purché qualcuno li faccia incontrare! E io, appunto,  ho fatto da ‘ruffiana’.

[continua la lettura…]

10

Di cioccolato, amaretti e pan grattato

Sostituire la farina con pan grattato e la ‘farina’ degli amaretti sbriciolati è stato uno dei motivi della mia curiosità verso questa ricetta. Si tratta di un impasto dalla consistenza ruvida e umida al tempo stesso a cui amaretti e cioccolato conferiscono un carattere deciso e una dolcezza che tarda a manifestarsi, quel tanto che basta per tenere in sospeso il palato.

[continua la lettura…]

11

Semicotto al cioccolato fondente

La consistenza pressoché liquida dell’impasto e una breve cottura in forno sono le condizioni essenziali perché si possa parlare di un ‘semicotto’.  Si tratta di una tortina monoporzione morbida in superficie e con un goloso ripieno all’interno che varia a seconda dei gusti e degli abbinamenti possibili: basterà infatti lasciarsi guidare dall’immaginazione più sfrenata e irreverente per scoprire le molteplici combinazioni e, frugando nei reparti di cioccolato, confetture, creme e praline, diventa possibile realizzare semicotti dal morbido ripieno a sorpresa. Un semicotto è il goloso dessert che ci siamo concessi e che ci piace offrire a tutti quelli che vorranno festeggiare con noi un anno di ‘gamberorusso’.

[continua la lettura…]

25

Torta di lenticchie e cioccolato con tisana all’arancia

Continuo a leggere tutte le sere La Cucina Italiana e in attesa del numero di gennaio, ormai conosco molto bene gran parte delle ricette proposte per il mese di dicembre. Tra tante che mi hanno incuriosito mi è capitato spesso di rileggere quella in cui lenticchie e cioccolato si abbinano in dessert! Lenticchie che diventano un dolce: un bell’incantesimo per l’immaginazione che non se l’aspetta e per un palato che ama le novità. Il suggerimento di servire  la torta con una tisana all’arancia (sulla ricetta era consigliata una tisana al mandarino) si è rivelato opportuno non appena è stato possibile dedicarsi all’assaggio: il delicato aroma della tisana aiuta a gustare la consistenza compatta e farinosa del dolce; il sapore è delicato e fresco: non è possibile riconoscere la prevalenza di un aroma sull’altro, è piuttosto individuabile un gusto nuovo in cui rum e cioccolato concertano da lontano, manifestandosi al palato con più decisione solo alla fine della degustazione di ogni boccone.

[continua la lettura…]

23